Spedizioni gratuite per spese oltre € 39,90

L'herpes labiale è una malattia infettiva causata dall'infezione da parte di un virus chiamato Herpes simplex di tipo 1. L'infezione si contrae attraverso la saliva o il contatto diretto con le persone infetteSi manifesta sotto forma di piccole bolle bianche o tendenti al rosso colme di siero che si localizzano principalmente sulle labbra ma anche sulle guance e sul naso. 

Essa viene chiamata anche febbre delle labbra ed è la manifestazione di un'infezione cronica. Le prime sensazioni dalla sua comparsa riguardano calore, prurito e sensazione spiacevole di pizzicore seguita dalla voglia di toccare la zona interessata al fine di creare sollievo. In seguito al loro assorbimento e rottura, le lesioni si trasformano in croste che possono essere facilmente rotte e sanguinare.

Una delle caratteristiche più evidenti è che il virus delle labbra può ripresentarsi facilmente in quanto, nella maggioranza delle volte, dopo la prima infezione entra in una fase di latenza in cui non viene eliminato facilmente neanche con l'uso dei farmaci. Appena l'organismo vive un periodo di abbassamento delle difese immunitarie per diverse motivazioni, l'infezione si ripresenta riattivandosi e provocando nuovamente le lesioni.

Quali sono le principali cause dell'infezione?

Come scritto nei paragrafi introduttivi, la causa virale è l'herpes simplex di tipo 1 che penetra nell'organismo attraverso la pelle e le mucose infettando le cellule epiteliali determinandone la morte da cui la formazione di vesciche e altre lesioni tipiche dell'infezione.

La strategia messa in atto dal virus è quella di eludere la difesa immunitaria con la fase della latenza. In poche parole, il germe patogeno rimane nell'organismo per molto tempo senza dare segno della sua presenza. Quindi, il sistema immunitario non lo riconosce e non riesce ad eliminarlo in maniera definitiva. 

La latenza può durare diverse settimane, mesi, anni o anche per tutta la vita. Al momento opportuno, come ad esempio un abbassamento delle difese immunitarie, il virus si riattiva determinando nuovi episodi di malattia. Dopo la fase infettiva, il virus rallenta la sua replicazione e rientra nelle sedi in cui si nasconde, ovvero i gangli nervosi. 

La riattivazione del virus dell'herpes labiale avviene in alcune situazioni particolari fisiologiche che fungono da fattori scatenanti della manifestazione dei sintomi. Tra questi, rientrano intenso stress, eccessivo affaticamento fisico, colpi d'aria o bruschi cali della temperatura, ciclo mestruale, febbre ed esposizione continuativa alla luce solare. 

Oltre a questi fattori, anche un'alimentazione non equilibrata o l'assunzione prolungata di farmaci forti con diversi effetti collaterali riconosciuti.

In queste circostanze, il virus fuoriesce dai gangli nervosi e raggiunge la sede del contagio iniziale arrivando sulle labbra. Raramente, può raggiungere anche naso, mento, guance e palato. In alcuni casi, la fase latente può durare per tutta la vita. 

Come avviene la trasmissione dell'herpes labiale?

Il virus protagonista di questa infezione si trasmette con molta facilità col contatto diretto per mezzo della bocca e della saliva di una persona infetta. Generalmente, il bacio è il principale mezzo di trasmissione. Nella maggioranza dei casi, la prima infezione avviene durante il periodo dell'infanzia e si manifesta sotto forma di semplice stomatite. 

Il contagio può avere anche origine indiretta maneggiando oggetti contaminanti di uso quotidiano, come bicchieri, posate o biancheria. Questo avviene soprattutto nelle famiglie numerose in cui asciugamani o rasoi possono essere utilizzati più volte da tutti i componenti della famiglia. 

Talvolta avviene il fenomeno dell'auto inoculazione. In questo fenomeno il virus viene involontariamente auto veicolato dallo stesso soggetto affetto in altre parti del corpo. Ecco perché, quando si ha l'infezione del virus in corso, è bene evitare al massimo di portare le mani in bocca o negli occhi al fine di minimizzare il propagarsi dell'infezione. In rari casi, si riscontrano anche episodi di complicazioni oculari come la cheratite erpetica. Se non curata tempestivamente, potrebbe perfino condurre il soggetto alla completa cecità.

Quali sono le fasi dell'infezione da Herpes labiale?

La prima fase, chiamata prodromica, precede la comparsa delle vescicole che si manifestano durante l'infezione. In questa prima fase, si avverte una sensazione di formicolio, pulsazione sul labbro, prurito e bruciori. 

La fase successiva è quella infiammatoria. Si intravedono le prime macchie rosse e poi delle bollicine attorno alle labbra. Ad esse si associa l'eruzione delle vescicole con dimensioni che arrivano anche ai 5 millimetri e si riempiono di un liquido sieroso. In questa fase infiammatoria, che può avere durata anche di 3 giorni, il grado di contagiosità è elevatissimo. In questa fase è importante, quindi, essere ben attenti a non permettere nessun tipo di contatto con le labbra.

La presenza di queste vescicole abbraccia generalmente una durata di circa una settimana. Dopodiché, tendono ad aprirsi esponendo la pelle sottostante e facendo uscire il liquido contenuto all'interno di esse. Anche in questa fase è bene non permettere il contatto con il liquido in quanto contiene il virus. In questa fase denominata ulcerosa, oltre alle manifestazioni visibili dell'infezione, si può avvertire dolore. Inoltre, le vescicole creano un unico grande gonfiore lesionato che crea non pochi disagi nello svolgere attività quotidiane.

L'ultima fase precede la guarigione. Si osserva la formazione di una crosta che protegge la fase di riformazione della pelle sottostante la lesione. Anche in questa delicata fase i disagi non mancano. La crosta produce prurito e tende a rompersi facilmente creando piccole ferite sul labbro leso che sanguinano. Questa fase dura al massimo 4 giorni e non è contagiosa. Al termine, la crosta cadrà via spontaneamente e si osserverà la nuova pelle. 

In alcuni casi, sono stati segnalati ulteriori disturbi durante le fasi appena descritte come mal di testa e malessere generale.

Quanti giorni dura l'infezione?

L'intero processo di guarigione prevede almeno 7 giorni fino ad un massimo di 10. In questo tempo il virus tende a ritornare ad essere latente in un ganglio nervoso per poi ripresentarsi in un momento occasionale e riattivarsi. 

Nelle ultime fasi di questo periodo il processo di riparazione delle lesioni è costante. Questo comporta che le vescicole si asciugano formando delle croste ben visibili di color giallo che di norma scompaiono spontaneamente. Vista la delicatezza di queste crosticine, spesso accade che si rompano e sanguinino rallentando il processo di guarigione fino a quando il tessuto cutaneo sottostante non si rinnovi completamente. 

Le vescicole che si formano sulle labbra sono altamente contagiose per un periodo di circa 2 giorni e si trasmette in special modo in coloro che non hanno mai contratto questo tipo di infezione. 

Come fare una corretta diagnosi dell'Herpes Labiale?

La diagnosi prevede una semplice osservazione della parte lesa da parte del medico di base. Nei casi in cui non si è certi quale sia l'origine dell'infezione, si potrebbe ricorrere ad un'analisi del sangue per quantificare la presenza degli anticorpi prodotti dall'organismo contro il virus. 

Ulteriori esami riguardano l'isolamento diretto dell'agente patogeno in colture di crescita cellulare al fine di isolare il DNA e ottenere una corretta identificazione. Comunque, normalmente, non sono necessari questi esami.

Come si cura l'Herpes Labiale?

Al momento non esiste una cura definitiva per eliminare l'Herpes Labiale in quanto non esistono farmaci in grado di eliminare l'agente virale che si trovano nello stato latente delle cellule nervose. 

Quando si ripresenta, l'Herpes recede in maniera spontanea dopo una settimana circa dalla prima comparsa di vescicole. Ad ogni modo, per favorire la guarigione e limitare il rischio di contagio dei propri familiari o altri, è possibile assumere dei farmaci attualmente in commercio o applicare alcune semplici misure terapeutiche.

La cura dell'Herpes prevede l'applicazione di farmaci antivirali sotto forma di creme o gel con principi attivi specifici nella lotta al virus. Tra questi principi attivi, quelli più efficaci e utilizzati sono l'aciclovir e il penciclovir. Entrambi i principi attivi riducono la capacità di replicazione del virus. 

Prodotti a base di zinco ed eparina in crema diminuiscono la durata e il fastidio legati all'eruzione cutanea. L'interferone è un potente antivirale che viene usato solo in casi gravi. E poi ci sono gli antistaminici che diminuiscono l'intensità del prurito. 

Di certo non modificano di molto la durata e l'entità del disturbo. Tuttavia, agiscono sicuramente per alleviare le sensazioni di dolore e forte prurito che compaiono già dalla prima manifestazione dei sintomi. Inoltre, contribuiscono alla guarigione. 

Considerando che non esiste ancora una cura definitiva per eliminare completamente l'Herpes labiale, è meglio giocare di anticipo cogliendo sul nascere la presenza del virus. 

A tal proposito, l'efficacia dei farmaci si ottiene quando ancora si avvertono le prime sensazioni anomale sulle labbra. Quando, ad esempio, si avverte sin da subito il senso di prurito o pulsazione sulle labbra che precedono tipicamente la formazione delle vescicole. 

In rari casi e quando l'infezione è molto estesa, si potrebbe assumere gli antivirali per modalità orale. 

In commercio ci sono diverse soluzioni farmacologiche davvero efficaci:

Ad esempio, Zovirax Labiale è un farmaco a base di Aciclovir per uso topico appartenente alla famiglia degli antivirali. È particolarmente indicato nel trattamento delle infezioni da virus Herpes. L'azione antivirale è data dalla capacità di permeare facilmente le membrane delle cellule infette trasformandosi in un composto in grado di integrarsi nel DNA del virus e impedire la replicazione del medesimo.

Tutto questo garantisce una graduale remissione rapida dei sintomi e dei segni dell'infezione. Al fine di assicurare una pronta guarigione, è consigliabile applicare la crema direttamente sulla lesione ogni 4 ore tranne la notte. Il trattamento deve durare almeno 4 o 5 giorni per poter osservare i risultati. 

GSE Herpex 1 è un integratore alimentare a base di estratti vegetali in grado di favorire l'equilibrio fisiologico importante per le naturali difese dell'organismo.

I componenti principali sono l'Uncaria che agisce in favore delle difese naturali, l'Alga Dulse che ha un'azione ricostituente e il GSE che ha un effetto positivo sull'equilibrio microbico. Si consiglia di assumere 1 o 2 compresse al giorno. 

GSE Herpex 1 Crema Labbra è una crema indicata per la protezione delle labbra e delle parti vicine nel caso di infezione da herpes labiale. La formulazione a base di estratti di semi di pompelmo e acido ascorbico dà un apporto di antiossidanti fondamentali per la neutralizzazione dei radicali liberi. Gli estratti di Melissa, Alga Nori e l'estratto dalla radice di liquirizia regalano tempestivamente un'azione lenitiva ed emolliente. La presenza del composto fitosqualene che si trova nell'estratto dell'olio di oliva garantisce la protezione della pellicola lipidica della pelle assicurando un giusto grado di idratazione.

Si applica delicatamente almeno tre volte al giorno una piccola porzione di crema direttamente sulla parte lesa senza provvedere un massaggio. 

Oltre all'assunzione di farmaci, è possibile ricorrere ad altri rimedi più tradizionali per ridurre l'infezione e l'infiammazione. 

Ad esempio, si consiglia di applicare localmente un po’ di ghiaccio per limitare il gonfiore e il fastidio associato all'Herpes Labiale. Oppure, un altro rimedio è provveduto dall'applicazione di un gel a base di cloruro alluminio che ha un'azione astringente. Quest'azione permette alla pelle di rimanere asciutta e promuovere la riparazione del tessuto. 

Inoltre, alcuni consigliano di ricorrere a dei cerotti di piccola dimensione indicati per l'Herpes Labiale da posizionare direttamente sulla lesione. Questa applicazione ridurrà il rischio concreto di toccare la ferita e diffondere inavvertitamente l'infezione per mezzo delle mani offrendo protezione alla parte lesa. 

A tal proposito, Compeed Herpes Patch è un cerotto idro colloidale per il trattamento dell'herpes labiale che agisce dall'interno verso l'esterno velocizzando il naturale processo di guarigione. Il gel attivo idro colloidale si avvale di una tecnologia che crea un ambiente favorevole per la guarigione eliminando i germi e prevenendo la formazione di croste.

Il cerotto funge anche da barriera antivirus per diminuire il rischio di contagio e per prevenire l'aumento della manifestazione dei sintomi. Per ottenere rapidi benefici, si consiglia di iniziare ad utilizzare questo cerotto appena si avverte un formicolio e continuare ad utilizzarlo fino a completa guarigione della lesione. Una caratteristica apprezzabile di questo cerotto è che protegge le labbra senza farsi notare eccessivamente. Una volta applicato, deve essere utilizzato per tutto il giorno senza mai distaccarlo dalle labbra anche solo per pochi minuti. 

E che dire dei rimedi naturali? Esistono prodotti naturali che potrebbero favorire la guarigione migliorando le difese immunitarie. Tra questi ci sono l'Echinacea, piante immunostimolanti, la Pappa reale e la Propoli. 

Come prevenire l'infezione da Herpes Labiale?

La prevenzione dell'Herpes Labiale segue due strade: quella contro il contagio e quella contro la manifestazione dei sintomi.

La prevenzione contro il contagio è di natura prettamente igienica. Come scritto precedentemente, il virus dell'Herpes si diffonde molto facilmente. Quindi è importante evitare al massimo alcuni comportamenti quotidiani che promuovono il contagio. Tra questi ci sono l'utilizzo delle stesse posate a tavola, rasoi, spazzolini da denti o altri accessori legati all'igiene personale che potrebbero essere condivisi ra più componenti della famiglia. 

La prevenzione contro la manifestazione dell'infezione si basa sugli accorgimenti menzionati precedentemente tra cui l'applicazione di creme che riducono la vistosa presenza del tipico gonfiore sulle labbra. 

Cos'altro fare per combattere l'infezione?

Dopo aver contratto l'infezione, l'Herpes Labiale non può essere curato in maniera definitiva. Essendo un fenomeno cronico, non esistono rimedi per curarla ma rimedi per alleviare i sintomi e favorire la guarigione.

In virtù di questo, rafforzando il sistema immunitario con una serie di comportamenti utili si possono limitare gli episodi di recidive. Tra questi ne indichiamo i principali.

Evitare di esporsi a periodi di intenso stress psicologico ed emotivo legato alle attività di lavoro, famiglia e altri impegni. 

Proteggersi il più possibile dal contrarre altre malattie infettive come influenza, mal di gola, tosse raffreddore e altri malanni di stagione. 

Garantire un'alimentazione sana ed equilibrata rappresenta sicuramente il principale mezzo per mantenere forti le difese immunitarie. Nella varietà degli alimenti si possono individuare alcuni con un importante apporto vitaminico e di sali minerali. In particolare, è bene cercare cibi con alto contenuto di vitamina C e D nonché sali minerali specifici come magnesio, selenio, ferro, zinco.

Anche l'apporto di antiossidanti, come la vitamina A e la vitamina E, è importante per combattere i radicali liberi che creano una situazione fisiologica favorevole per l'infezione virale. 

Quali vitamine assumere per prevenire e combattere Herpes?

Le vitamine del gruppo B sono fondamentali per il corretto funzionamento del sistema immunitario e del sistema nervoso. Per questo il nostro primo consiglio è di assumere un integratore completo di vitamine del gruppo B, sia come prevenzione nei periodi di maggiore stress o debolezza fisica, sia come trattamento durante l’infezione da Herpes virus.

Tra i migliori integratori di vitamine B contro Herpes virus ricordiamo:

Puoi anche assumere un multivitaminico completo, concentrato in vitamine del gruppo B, e tra questi sicuramente i migliori integratori multivitaminici sono quelli della linea Supradyn:

Quali alimenti preferire in caso di Herpes?

Preferire alimenti con un alto contenuto di omega 3 come acidi grassi essenziali. Sono naturali antinfiammatori e stimolano la produzione di anticorpi da parte del sistema immunitario. 

Durante la fase di infezione è consigliabile aumentare l'assunzione di cibi probiotici e prebiotici. Questi hanno la funzione di migliorare la flora batterica intestinale coinvolta nell'equilibrio del sistema immunitario.

Per evitare le recidive dell'herpes labiale si potrebbero evitare alcuni comportamenti alimentari o scelte dietetiche come, ad esempio, diete vegane, monotematiche, cibi cotti o conservati, e diete carenti di un apporto sufficiente di ortaggi e verdure. 

Oltre a fare una scelta oculata degli alimenti da assumere, si può aumentare la resistenza alle infezioni praticando regolare sport o attività fisica con frequenza. 

Utilizzando, inoltre, creme protettive solari o creme che proteggano dal freddo e dal vento, si può proteggere la pelle e le labbra dalla screpolatura. Quest'ultima condizione, infatti, favorisce l'attecchimento degli agenti patogeni.