Il Black Friday è arrivato! Scopri il pulsante per le promo!
Spedizioni gratuite per spese oltre € 39,90

In questo articolo scopriremo ottimi integratori per capelli a base di collagene che si trovano facilmente in commercio. 

Capelli fragili, che si spezzano facilmente e che si presentano sfibrati possono rappresentare una vera sfida per uomini e donne di ogni età. 

Entro determinati confini, la caduta dei capelli può essere considerato un fattore fisiologico in quanto parte di un processo in cui il corpo ricambia regolarmente la propria capigliatura. Infatti, un capello cade quando ha terminato il suo ciclo vitale ed è pronto un altro in sostituzione che sta prendendo forma nello stesso follicolo. Sulla base di questo fenomeno fisiologico normale, il numero totale dei capelli che formano la capigliatura è in genere abbastanza stabile nel tempo.

Ad ogni modo, esistono determinati fattori che incidono negativamente sul numero di capelli che si perdono quotidianamente. Ad esempio, la caduta può essere maggiore durante i cambi di stagione oppure a causa dei diversi cicli ormonali nelle donne. Oppure, alcuni disordini alimentari o patologie in corso potrebbero influire sullo stato di salute dei capelli e favorire la caduta. 

L'eccessiva caduta di capelli necessita di un'attenta diagnosi per capire bene le cause alla base del fenomeno e comprendere lo stato di salute del cuoio capelluto. Di conseguenza, si possono scegliere le migliori cure o terapie in uso, nonché la possibilità di utilizzare integratori che rafforza la struttura del capello a favore della sua vitalità.

Scopriamo da vicino quali sono le principali cause legate alla perdita di capelli o alla loro fragilità.

Quando è possibile ritenere normale la caduta dei capelli?

I capelli sono costituiti da una parte esterna visibile che si trova al di sopra del cuoio capelluto, chiamato fusto, ed una parte interna meno visibile chiamata follicolo. Il numero di follicoli indica quanto possa essere folta la chioma. In linea di massima, il numero totale dei capelli può arrivare a quasi 140.000 negli adulti.

La caduta di un capello segue semplicemente la fase finale del suo ciclo di vita. Tuttavia, i follicoli rimangono e sono pronti a dar vita ad altri capelli in formazione. 

Ogni ciclo vitale del capello prevede delle fasi specifiche che dipendono dall'attività fisiologica del follicolo che si alterna in fasi di grande sviluppo a momenti di riposo. Le fasi sono le seguenti:

  • Fase di crescita (anagen): ha una durata che va dai 2 ai 7 anni e prevede l'allungamento del capello che sostituisce il precedente. In questa fase il capello è fortemente ancorato per mezzo delle guaine. Questo rende davvero difficile l'eventuale asportazione che potrebbe avvenire non senza una forte pressione e dolore
  • Fase di transizione (catagen): in genere dura fino a 3 settimane. In questa fase la crescita dei capelli si blocca in quanto le funzioni vitali raggiungono il minimo della loro attività
  • Fase di riposo (telogen): questo periodo dura fino a 3 mesi e il follicolo rimane in uno stato inattivo. Al momento del lavaggio o di una pettinata, il capello muore distaccandosi dal cuoi capelluto in modo naturale. In questa fase le guaine di ancoraggio sono indebolite e basta semplicemente un massaggio durante il lavaggio o l'uso della spazzola per facilitare la caduta

Per mezzo di questo ciclo vitale fisiologico che si ripete continuamente, i follicoli del cuoio capelluto provvedono a rinnovare l'intera chioma regolarmente dando un aspetto sempre sano e forte all'intera capigliatura.

Quanti capelli cadono al giorno?

Seppur non sia facile capire esattamente il numero dei capelli che cadono in maniera fisiologica ogni giorno, gli esperti hanno indicato che mediamente si perdono fino ai 60 capelli, naturalmente proporzionalmente alla massa della capigliatura interessata. 

Altri fattori che incidono sul numero dei capelli caduti al giorno sono l'età e il sesso. Pare, infatti, che nell'uomo la prima fase di crescita sia più breve accelerando il ricambio naturale. Inoltre, alcune terapie con farmaci o la comparsa di malattie temporanee possono rompere l'equilibrio del ciclo vitale del capello dando luogo ad una caduta più sostanziale per un breve periodo. 

Una considerazione da fare è che il rinnovamento della chioma non avviene sempre in maniera uniforme, in quanto l'attività del singolo follicolo è indipendente da quella dei follicoli vicini. La maggioranza dei follicoli - e non tutti - sarà in fase anagen mentre i restanti follicoli saranno nelle fasi successive. 

In ogni caso, a prescindere dal numero di capelli che cadono, l'aspetto più importante è che ci sia sempre un rinnovamento continuo dei capelli. Infatti, si possono osservare casi in cui non si osserva una caduta eccessiva di capelli bensì un lento rinnovamento che si rivela in diradamenti progressivi. 

Perdita massiccia dei capelli: quali sono le cause?

La caduta fisiologica dei capelli riflette la normale alternanza delle fasi alla base del ciclo vitale del fusto capillifero. Pertanto, è del tutto normale trovare capelli distaccati al mattino o in seguito a dei movimenti meccanici come la spazzolata della chioma o il lavaggio della stessa. I capelli caduti in seguito a queste operazioni quotidiane avrebbero dovuto ad ogni modo cadere in quanto al termine del loro ciclo vitale.

Ci sono, tuttavia, delle cause o dei fattori scatenanti che condizionano il fisiologico ciclo vitale dei capelli determinando un anomalo squilibrio che può portare a due situazioni differenti.

La prima riguarda la manifestazione prematura della fase di riposo del follicolo, chiamata telogen, in cui l'ancoraggio dello stesso diviene molto debole e il distacco dal cuoio capelluto diventa facile. La conseguenza si manifesta in un'abbondante perdita di capelli con diradamento evidente e ben visibile.

Nella seconda situazione i follicoli diventano estremamente piccoli dando vita a capelli molto corti e fragili. L'effetto sulla capigliatura è evidente: risulterà meno folta del normale in alcune o in tante aree del cuoio capelluto.

Gli esperti hanno individuato delle condizioni che favoriscono in maniera accentuata la caduta quotidiana dei capelli. Tra queste ci sono:

  • lo stress psicofisico: periodi di vita particolarmente stressanti a causa delle attività quotidiane oppure lo stress generato da traumi emotivi possono incidere negativamente sulla salute dei capelli
  • squilibrio ormonale: soprattutto le donne in stato di gravidanza oppure durante fasi di sbalzi ormonali possono risentire maggiormente della caduta di capelli 
  • drastico cambiamento dello stile alimentare: una dieta eccessivamente restrittiva o che viene seguita in maniera drastica può ridurre le fonti nutritive del capello indebolendo la sua struttura 
  • trattamenti estetici eccessivamente aggressivi: l'uso prolungato di prodotti estetici o igienici forti che non rispettano il pH della pelle o le caratteristiche specifiche della capigliatura possono, a lungo andare, favorire la caduta di capelli
  • traumi di natura meccanica a carico della struttura della chioma 

Oltre a questi fattori, esistono ulteriori cause che hanno natura patologica come, ad esempio, malattie della tiroide, diabete, anemie, dermatosi e altri stati di infiammazione cronica. 

Esiste, inoltre, una predisposizione genetica alla caduta dei capelli che può toccare da vicino la mancata o non corretta espressione di geni che sono direttamente coinvolti nella produzione di proteine strutturali.

Una forte esposizione al sole e ai raggi UV soprattutto in estate indebolisce fortemente i capelli rendendoli fragili e prossimi alla caduta. 

L'uso di farmaci forti come i chemioterapici può avere come effetti collaterali l'indebolimento della capigliatura.

Infine, non dimentichiamo tra le concause anche le abitudini scorrette, tra cui il fumo e l'abuso di alcool.

Quando è necessario rivolgersi ad uno specialista?

Considerando che, come è stato già detto, una discreta caduta dei capelli giornaliera è da considerarsi normale, essa diventa preoccupante qualora la media di capelli persi al giorno si aggira intorno ai 100 per un massimo di 700 a settimana. A questo dato si deve aggiungere anche per quanto tempo questa caduta avviene. Un conto è, infatti, osservare il fenomeno per qualche giorno ed un conto è se si prolunga per oltre un mese. Inoltre, la preoccupazione si accentua se si vedono a vista d'occhio aree del cuoio capelluto quasi completamente diradate.

Quando si presentano questi allarmi fisici, è bene svolgere tempestivamente dei controlli approfonditi al fine di identificare le cause all'origine del problema. 

Potrebbe risultare utile effettuare dei test che approfondiscano lo stato di salute dei follicoli e della cute nonché eseguire un esame al microscopio dei capelli al fine di confermare in quale fase del ciclo avviene la caduta. Così facendo, si possono attuare le terapie giuste e specifiche.

Che dire se la caduta dei capelli è esagerata?

La prima cosa da fare è sicuramente non sottovalutare il problema ma definire il prima possibile la natura e la gravità del problema per poi scegliere la strategia più adeguata. 

La valutazione oggettiva più efficace è quella tricologica anche se il diradamento non è ancora esagerato. Nella maggioranza dei casi, la caduta dei capelli è gestibile se diagnosticata nelle prime fasi del fenomeno. I trattamenti da effettuare hanno la finalità di rallentare la caduta e, nello stesso tempo, rendere più robusta la struttura dei capelli presenti. 

Nei casi estremi in cui il processo di caduta dei capelli è ormai stabilizzato e non è più possibile ripristinare i follicoli inattivi attraverso i trattamenti specifici, la soluzione più adatta è il trapianto di capelli mediante rinfoltimento chirurgico. Quest'ultima tecnica assicura la ridistribuzione omogenea dei capelli con trasferimento dei follicoli dalle aree colme di fusti capilliferi forti alle aree diradate.

Attualmente, la tecnica dell'autotrapianto è quella più praticata che offre migliori risultati e che permette una ricrescita dei capelli più rapida e naturale. 

In che modo si effettua l'esame dei capelli e del cuoio capelluto?

La prima cosa da fare è capire le cause della perdita di capelli per mezzo di un esame scientifico del capello e del cuoio capelluto. In questo modo è possibile avere un quadro completo del problema e, quindi, impostare il trattamento più efficace e raggiungere tempestivi risultati.

Il primo passo è l'osservazione diretta del cuoio capelluto e l'anamnesi, ovvero la considerazione dello stato generale di salute del paziente, le eventuali patologie in corso e le caratteristiche del problema riferite al momento dell'esame. 

La fase successiva consiste nell'effettuare dei test specifici che permettono allo specialista di effettuare un check-up completo dei capelli in linea con le cause sospettate durante l'esame precedente.

Tra i principali test ci sono:

  • Pull test: consiste nel valutare la resistenza della struttura, la tipologia della fase di caduta e la gravità dello stato di squilibrio del ciclo vitale
  • Osservazione per mezzo di microcamere: il grado di accuratezza del capello osservato è molto elevato con questo tipo di osservazione e gli strumenti tecnologici a disposizione mostrano i dettagli morfologici della radice dei capelli e la composizione del sebo intrafollicolare come indicatore di salute del capello.
  • Uso di lampade dermatologiche: si analizza la situazione cutanea complessiva e la struttura dei capillari presenti
  • Test genetici: tecniche di genetica molecolare determinano l'entità della componente ereditaria o predire le conseguenze future in modo da trattare in tempo le conseguenze della caduta dei capelli.

Come prevenire la perdita eccessiva dei capelli?

Esistono delle misure preventive per tutelare la salute del capello evitando che si indebolisca facilmente e fortificando la sua struttura. Questi accorgimenti riguardano alcune abitudini giornaliere da evitare e l'assunzione di nutrienti utili per rafforzare i capelli come il collagene da bere. 

Innanzitutto, è bene evitare pettinature che prevedono l'uso di elastici stretti o trecce che potrebbero ulteriormente indebolire la chioma.

La fase del lavaggio dei capelli dovrebbe essere sempre molto delicata e con prodotti detergenti non aggressivi. Anche asciugare e massaggiare senza strofinare i capelli è importante per la chioma. 

Trattamenti aggressivi come permanente, colore e uso di altri prodotti chimici dovrebbero essere usati non con un'alta frequenza. 

Nello stesso tempo, è bene assicurarsi che i capelli siano sempre tenuti puliti per eliminare fonti di indebolimento esterne. 

Evitare un'esposizione eccessiva al sole e ai pericolosi raggi UV soprattutto nella stagione estiva e nelle ore di massima forza solare. 

Inoltre, è bene evitare del tutto quelle abitudini nocive come il fumo che, come dimostrato dagli esperti, indeboliscono notevolmente la struttura del capello.

Quali integratori possono aiutare a non permettere la caduta eccessiva dei capelli?

Per combattere l'assottigliamento dei capelli può essere vantaggioso scegliere un integratore che si avvale di alcuni elementi importanti per la salute e la forza della capigliatura. 

Ad esempio, le vitamine B3 e B6 prevengono la caduta migliorando il nutrimento del capello e dando loro il giusto apporto di quei elementi che concorrono alla produzione di cheratina, la proteina base per costruire la struttura. Inoltre, la vitamina B12 migliora la circolazione del sangue del cuoio capelluto fornendo un apporto di nutrienti continuo. 

Altri elementi contenuti negli integratori sono la biotina e l'olio di semi di zucca. Entrambi rafforzano la radiceprevengono i processi di fragilità e migliorano la circolazione del sangue nei follicoli. 

In che modo il collagene permette un ispessimento dei capelli?

Il collagene è un gruppo di proteine presenti nel nostro organismo che forniscono un supporto strutturale principalmente alle ossa, ai muscoli e ai capelli. Queste proteine fibrose aiutano i tessuti ad essere forti e resistenti. 

Gli amminoacidi contenuti negli integratori a base di collagene contribuiscono a rendere i capelli più spessi aumentando anche la produzione di cheratina.

Con l'avanzare dell'età, il corpo produce meno collagene e questo causa spesso dei notevoli cambiamenti nella densità e nella forza dei capelli. Questo, a sua volta aumenta di molto il rischio caduta. In queste situazioni, l'assunzione degli integratori a base di elementi che producano collagene è importante.

Gli integratori disponibili in commercio sono sotto forma di polvere o pillole. Elenchiamo di seguito i migliori integratori per capelli selezionati. 

Bioscalin Nova-Genina è un integratore che favorisce la forza dei capelli per mezzo di una formulazione a base di Reishi, Carciofo ricco di oligoelementi essenziali antiossidanti e nutritivi, olio di semi di lino e rutina come fonte di omega 3 e acidi grassi e, infine, il Galeopsis, un estratto vegetale che favorisce il benessere dei capelli e del cuoio capelluto.

Le modalità di assunzione del prodotto sono in pillole o in bustine orosolubili dal gradevole gusto di té. 

Bioscalin TricoAge 50+ è un integratore alimentare in compresse pensato per le donne con capelli sottili e indeboliti a causa di stress o sbalzi del livello di ormoni a causa della menopausa o per l'avanzare dell'età.

È consigliabile assumere una compressa al giorno possibilmente a colazione o al pasto principale seguendo un trattamento di 3 mesi.

Phytophnaere capelli e unghie è un integratore in capsule che rafforza capelli e unghie. Può essere usato come trattamento anti caduta grazie alla formulazione in cui è presente un gruppo di Vitamine, tra le quali B, C, E oltre agli acidi grassi essenziali tra cui olio di borragine ed estratti di piante.

La confezione da 180 capsule è pensata per un trattamento di almeno 3 mesi. È preferibile assumere 2 capsule ogni giorno al mattino. 

MiglioCres Capelli è un integratore alimentare anti caduta per capelli a base di zinco e selenio. La formulazione completa prevede anche l'arricchimento con estratti di ortica e miglio. Oltre ad essere un ottimo rimedio per contrastare la caduta dei capelli e favorire la ricrescita, questo integratore contribuisce a rendere la chioma più vitale e più forte.

Per avere risultati a breve termine, è consigliabile assumere 3 capsule al giorno dopo i pasti principali per almeno un paio di mesi. Ogni confezione contiene 60 capsule.