Come preparare un antibiotico sciroppo?

Pubblicato il

Come preparare un antibiotico sciroppo?

In questo articolo ti spiegheremo come preparare un antibiotico in sciroppo. Infatti spesso i genitori di bambino si trovano in difficoltà su come preparare un antibiotico in sciroppo per il proprio figlio; in molti casi infatti il flacone contiene solo una polvere da miscelare con acqua per preparare la sospensione da somministrare al bimbo.

Ti ricordiamo comunque di leggere attentamente il foglietto illustrativo per le corrette indicazioni su come allestire la preparazione, di seguito ti diamo le indicazioni generali.

E’ frequente in farmacia sentirsi chiedere dai genitori domande quali:

  • Come si preparara l’Augmentin sciroppo?
  • Come si prepara lo Zitromax sciroppo?
  • Come si prepara lo Zimox sciroppo?

E così via…

Innanzitutto è dovere chiarire che il termine sciroppo è improprio in quanto la maggior parte degli antibiotici per bambini sono in sospensione e non sciroppo. La differenza è che lo sciroppo è una soluzione zuccherata mentre una sospensione è una polvere che viene dispersa in acqua.

Come detto la maggior parte degli antibiotici per i bambini sono preparati per ottenere una sospensione e per motivi di conservazione nel flacone appena ritirato in farmacia si trova solo la polvere con il medicinale. Per poter somministrare il farmaco a tuo figlio devi infatti aggiungere l’acqua nelle corrette proporzioni, è una operazione che va eseguita attentamente infatti un errore potrebbe causare una maggiore o minore concentrazione di antibiotico e quindi la somministrazione di dosi errate.

come-preparare-antibiotico-sciroppoInnanzi tutto ti consigliamo di agitare il flacone per favorire la dispersione della polvere ed evitare che sia troppo compatta sul fondo del flacone.

Successivamente bisogna vedere se è presente un segno sul flacone che serve ad indicare il livello che deve raggiungere la sospensione una volta aggiunta l’acqua.

Bisogna procedere in due modi: se è presente una tacca sul flacone bisogna aggiungere acqua fino al livello, agitare bene il flacone e aggiungere nuovamente acqua fino a raggiungere il segno posto sul flacone. Dopo aver aggiunto acqua è importante agitare energicamente il flacone per favorire la formazione della sospensione. Bisogna ripetere il processo in quanto durante la formazione della sospensione il livello del liquido tende a scendere.

In alcuni antibiotici invece la dose di acqua viene prestabilita da misurini o siringhe, in questo caso si aggiunge l’acqua come da istruzioni una sola volta.

Una volta preparata la sospensione leggere le istruzioni presenti nel foglietto illustrativo dell’antibiotico per verificare il tipo di conservazione richiesta dalla sospensione preparata. E’ frequente il caso in cui, in seguito all’aggiunta di acqua, il prodotto richieda conservazione in frigorifero per un periodo variabile dai 7 ai 15 giorni, a seconda della molecola di antibiotico prescritta.

Ti consigliamo di agitare bene il flacone prima di ogni somministrazione e seguire le dosi prescritte dal medico.

La sospensione, conservata in frigorifero, rimane stabile per un periodo variabile dai 7 ai 14 giorni, a secondo del tipo di antibiotico. Il flacone va sempre energicamente agitato prima di ogni somministrazione.

Articolo scritto dal dott. Andrea Caudera, farmacista



Pubblicato in: Salute & Benessere

COMMENTI

Nessun commento di clienti al momento

Aggiungi un commento