Qual è la differenza tra raffreddore e sinusite?

Pubblicato il

Qual è la differenza tra raffreddore e sinusite?

Nella stagione autunnale ed invernale, uno dei disturbi più comune è il raffreddore e può colpire chiunque. Il raffreddore solitamente nel giro di qualche giorno va via, nel caso in cui si potrae può trasformarsi in sinusite

Qual è la differenza tra raffreddore e sinusite?

Il raffreddore è un’infezione virale, che colpisce il naso e la gola e può essere causato da diversi virus, i più comuni sono quelli appartenenti alla famiglia del rhinovirus.Il virus entra nel naso, nella bocca, negli occhi e può diffondersi tramite delle goccioline presenti nell'aria o attraverso un contatto diretto con una persona infetta.Una volta penetrati nel corpo, i virus intaccano direttamente le difese naturali dell'organismo.
Per sconfiggerli, il sistema immunitario attiva i globuli bianchi e altri meccanismi e quando si ha il raffreddore, molti sintomi come la febbre, il mal di testa, la stanchezza sono tentativi del corpo per espellere i virus.

Cos'è la sinusite?

La sinusite è un’infiammazione del tessuto che riveste i seni paranasali, a volte gonfiandoli. I seni paranasali sono quattro cavità all’interno del massiccio facciale, collegati tra loro e alle cavità nasali attraverso piccoli canali ossei. All’interno si forma il muco che normalmente viene espulso dal naso, mantenendolo pulito ed eliminando i batteri.

Esistono due tipi di sinusite:

  • acuta: in queso caso il naso cola, è occluso e si avverte un dolore facciale. Questo “raffreddore” dura per più di dieci giorni e i sintomi possono migliorare, ma difficilmente.
  • cronica: presenta gli stessi sintomi che, tuttavia, in questo caso permangono per almeno 12 settimane e diventa più difficile il trattamento di guarigione.

Il raffreddore sparisce nel giro di qualche giorno invece la sinusite dura molto di più e i sintomi sono più complicati da combattere.

Quali sono i sintomi? 

I sintomi di una sinusite sono:

  • forte secrezione nasale
  • presenza di muco in gola
  • pressione facciale nella zona tra naso e fronte
  • mal di testa
  • mal d’orecchie
  • febbre

Quali sono i rimedi migliori per la sinusite?

Per trattare i sintomi della sinusite si possono utilizzare:

  • i farmaci per il raffreddore
  • i decongestionanti
  • gli irrigazioni nasali saline

Nel caso della durata superiore ai 10 giorni, si consiglia di assumere antibiotici e spray nasali.

Quando si tratta di raffreddore e sinusite, gli antibiotici sono consigliati solo in alcuni casi. 

In conclusione, la differenza tra i due è piccola, perché entrambi provocano il naso che cola e l'infiammazione.



Prodotti correlati

COMMENTI

Nessun commento di clienti al momento

Aggiungi un commento